01 Cos'è il Rotavirus

Il rotavirus è un noto agente infettivo, responsabile di gastroenteriti acute nei neonati e bambini piccoli in tutto il mondo. Quasi tutti i bambini sotto i 5 anni di età, infatti, sono a rischio di infezione da parte del rotavirus di tipo A1, responsabile della maggior parte dei casi, mentre i ceppi B e C risultano solitamente meno infettivi2. In Europa il rotavirus circola con picchi stagionali che, alle nostre latitudini, coincidono con il periodo invernale, tra novembre e marzo3.

L'inverno
è il momento in cui il tuo bambino potrebbe essere più esposto a questo tipo di infezioni.

L'inverno
è il momento in cui il tuo bambino potrebbe essere più esposto a questo tipo di infezioni.

Cos'è il Rotavirus

Infezione da Rotavirus:
come si trasmette e quali sono i sintomi?

Il rotavirus si trasmette principalmente per via orale e fecale, ma talvolta la diffusione può avvenire anche per contatto e tramite le vie respiratorie3. Infatti, dato che il virus è stabile nell’ambiente, si può trasmettere anche attraverso l’ingestione di acqua o cibo, o contatto con superfici contaminate, specie in luoghi molto frequentati da bambini, come gli asili3. Una volta entrato nell’organismo, il virus va incontro a un periodo di incubazione di circa 2 giorni prima che si presentino sintomi e, generalmente, l’infezione dura in media dai 3-8 giorni4. Di solito, l’infezione si manifesta come una forma leggera di diarrea, la malattia guarisce da sola e senza conseguenze severe.

L’aver contratto il virus una volta non dà immunità sufficiente, anche se le infezioni che si contraggono negli anni successivi e in età adulta tendono a presentarsi in forma più leggera3.

Punto esclamativo Nei bambini piccoli la gastroenterite da rotavirus può anche provocare una grave forma di diarrea associata a disidratazione, che potrebbe richiedere un ricovero in ospedale per attenuare sintomi e conseguenze4. Oltre alla diarrea, altri sintomi dell’infezione da rotavirus includono malessere, febbre e vomito, un segno distintivo che contribuisce peraltro alla disidratazione, e può ostacolare l’efficacia delle terapie5.

Rotavirus:
Come si previene?

Non esistono misure efficaci per eliminare completamente l’infezione da rotavirus o la sua diffusione. Lavarsi le mani con il sapone o con altri detergenti può limitarne la diffusione2.

Per prevenire la diffusione delle malattie diarroiche in generale è fondamentale mantenere buone condizioni igieniche sia a casa che negli asili nido e in tutti gli ambienti collettivi.

Poiché non esiste una terapia antivirale per l’infezione da rotavirus, la prevenzione con il vaccino è l’unico strumento efficace per prevenire la malattia e la sua diffusione4.

Come si previene il rotavirus?

Ricorda: in generale, come per altre malattie infettive anche per prevenire la diffusione delle malattie diarroiche è fondamentale mantenere buone condizioni igieniche in tutti gli ambienti collettivi dove si trova la tua famiglia.

Ricorda: in generale, come per altre malattie infettive anche per prevenire la diffusione delle malattie diarroiche è fondamentale mantenere buone condizioni igieniche in tutti gli ambienti collettivi dove si trova la tua famiglia.

Come si previene il rotavirus?
Tutti i numeri del rotavirus

Tutti i numeri del rotavirus

La vaccinazione anti-rotavirus, fortemente raccomandata, ha dimostrato un’elevata efficacia per la prevenzione della gastroenterite, riducendo dell’86% le visite cliniche e del 96% i ricoveri1.

Secondo una stima dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), ogni anno nel mondo si registrano circa 25 milioni di casi, oltre 2 milioni di ricoveri e circa 450.000 decessi legati alle infezioni da rotavirus1. In particolare in Europa ogni anno si verificano 3,6 milioni di gastroenteriti da rotavirus con 87.000 ospedalizzazioni ed oltre 700.000 visite sul totale di 23,6 milioni di bambini sotto i 5 anni3